Dettaglio annuncio

Procedura R.G.E. n° 67/2007 - 548/2007

DETTAGLI ASTA

Data: (In Attesa di aggiornamento) 15/10/2018 ore: 10.10
Località: SPONGANO (LE)
Tipologia: Industriale/Artigianale
Base asta: € 95.554,69
Offerta Minima:
Rilancio minimo: € 1.000,00
Cauzione: € 31.000,00
Lotto Quattro : a) Piena Proprietà per la quota di 1/1 relativamente ad un capannone industriale adibito a stabilimento vinicolo con porzione di locali vendita e deposito sito in agro del comune di Spongano (LE) alla via Vicinale Spongano-Castro. Composto da: Piano terra: ambiente opificio di forma rettangolare utilizzato come “stabilimento vinicolo” di altezza pari a 5,00 m, sui lati est ed ovest, rispettivamente , n° 8 vasche-deposito mosto seminterrate con superiormente n° 8 vasche-fermentazione per uve lavorate ognuna di portata di 65,00 hl e n° 5 vasche-deposito mosto seminterrate con superiormente rialzate n° 5 vasche-fermentazione per uve lavorate ognuna di portata di 25,00 hl, lungo il lato sud porzione di locale ufficio, ripostiglio, porzione di disimpegno di altezza 3,30m interni, porzione di ammezzato collocato superiormente con una superficie di circa 15,00 mq di altezza 1,50m, porzione di locale deposito con angolo imbottigliamento (parte integrante con la porzione il locale facente parte dell’immobile b)) scala a rampa singola di collegamento alla porzione di locale deposito posto al piano seminterrato; adiacente lungo il lato nord esternamente una pigiatrice uve con vasca di mandata collocata in parte coperta da sbalzo in c.a. di circa 10,00 mq e da tettoia in lamiera zincata, autorimessa priva di infissi di 65,00 mq, piazzale esterno in parte asfaltato e in parte pavimentato in battuto di cemento. Piano seminterrato: porzione di un unico ambiente di circa 30 mq utilizzato come deposito (parte integrante con la porzione il locale facente parte dell’immobile b)). L’immobile sviluppa una superficie lorda complessiva di circa mq 300,00. L’edificio è stato costruito nell’anno 1992 ed è composto da due piani fuori terra. L'unità immobiliare a) ha un'altezza interna variabile che va dai 3,00m ai 5,00m. Identificato in catasto: foglio 6, particella 392, cat. D/1, rendita € 3.847,60 posto al piano T-S1. b) Piena Proprietà per la quota di 2/3 relativamente a porzione di locali vendita e deposito sito in agro del comune di Spongano (LE) alla via Vicinale Spongano - Castro. Composto da: Piano terra: porzione lungo il lato sud, di un locale ufficio (in comunicazione con il locale sala d’attesa facente parte dell’immobile c)), piccola porzione di disimpegno, bagno di altezza 3,30m interni, ammezzato collocato superiormente con una superficie di circa 15,00 mq di altezza 1,50m, porzione di locale deposito con angolo imbottigliamento (parte integrante con la porzione il locale facente parte dell’immobile a)), piazzale esterno in parte asfaltato e in parte pavimentato in battuto di cemento. Piano seminterrato: Porzione di unico ambiente di circa 50,00 mq utilizzato come deposito (parte integrante con la porzione il locale facente parte dell’immobile a)) e avente accesso da rampa carrabile asfaltata retrostante. L’immobile sviluppa una superficie lorda complessiva di circa mq 50,00 Identificato in catasto: foglio 6, particella 395 graffato 396, cat. D/1, rendita € 929,62 posto al piano T-S1. c) Piena Proprietà per la quota di 2/3 relativamente a locali vendita con miniappartamento retrostante sito in agro del comune di Spongano (LE) alla via Vicinale Spongano - Castro. Composto da: Piano terra: ? Unico ambiente adibito alla vendita, con accesso sul lato est e comunicante con il locale vendita dell’immobile a), sala d’attesa con accesso sul lato est e comunicante con il locale ufficio dell’immobile a), n° 2 antibagni e n° 2 bagni di superficie di circa 90,00 mq; ? ambiente mini-appartamento collocato sul lato ovest con accesso da tale lato formato da ingresso-cucina, disimpegno, letto, bagno e scoperto recintato con accesso da cancello metallico di superficie di circa 25,00 mq; L’immobile sviluppa una superficie lorda complessiva di circa mq 115,00. L’immobile non risulta censito catastalmente. d) Piena Proprietà per la quota di 2/3 relativamente a piazzale esterno comprensivo di torrino per serbatoio d’acqua retrostante il mini-appartamento di cui all’immobile c) sito in agro del comune di Spongano (LE) alla via Vicinale Spongano - Castro. Composto da: piazzale esterno retrostante il mini-appartamento di cui all’immobile b), parte asfaltato e in parte pavimentato in battuto di cemento con un serbatoio d’acqua pensile in c. a. collocato a circa10m sul lato sud di capacità di circa 10,00 mc con superficie di circa 12,00 mq ed altezza 5,00m. Il piazzale sviluppa una superficie lorda complessiva di circa 615,00 mq. Identificato in catasto: foglio 6, particella 394, qualità ficheto, classe 4, are 7,43, R.D. € 2,30, R.A. 2,11. e) Piena Proprietà per la quota di 1/1 relativamente a porzione di piazzale esterno laterale sito in agro del comune di Spongano (LE) alla via Vicinale Spongano - Castro. Composto da: porzione piazzale esterno laterale pavimentato in battuto di cemento. Il piazzale sviluppa una superficie lorda complessiva di circa 150,00 mq. Identificato in catasto: foglio 6, particella 147, qualità ficheto, classe 3, are 1,50, R.D. € 0,54, R.A. 0,39. Gli immobili a), b), c), d) ed e), fanno parte di un complesso industriale di superficie di circa 5.100,00 mq., costituito anche da n. 2 appartamenti contigui e speculari collocati entrambi superiormente ad un opificio adibito a frantoio oleario in parte sottoposto al piano di campagna, spazio di pertinenza comune per la manovra veicoli, delimitato da cancello metallico e da muro perimetrale periferico. Sulla p.lla 392 facente parte del presente lotto, si dovrà costituire una servitù di passaggio in favore dei lotti 1-2 perché interclusi alla pubblica viabilità Sulla p.lla 393 facente parte del lotto 3 e in parte destinata ad ampliamento sede stradale, si dovrà costituire una servitù di passaggio in favore del presente lotto e dei lotti 1-2 perché interclusi alla pubblica viabilità. Difformità riscontrate: per l’immobile c): la costruzione nella componente mini-appartamento è da ritenersi abusiva ma regolarizzabile in quanto è stata presentata, in data 24.03.06, presso lo sportello unico delle imprese del Comune di Spongano la richiesta per il permesso all’ampliamento degli stabilimenti ad uso opificio vinicolo ed oleario, esaminata con parere sfavorevole in data 07.20.06. e richiesta di integrazione. Il garage è abusivo - regolarizzabile mediante presentazione di un nuovo progetto architettonico e richiesta di nuova Concessione Edilizia in Sanatoria ai sensi dell’ art. 36 del Testo Unico dell’Edilizia, approvato con DDL 380/2001. P.E.: C.E. n°12/92 per lavori di costruzione ad uso opificio per la lavorazione e trasformazione uve. Agibilità n° 03/1993 per lavori di costruzione ad uso opificio per la lavorazione e trasformazione uve e n° 6 vani (uff.wc.dep.). La zona in esame è tipizzata dal vigente P.d.F. del comune di Spongano come: zona E/2 “con destinazione a scopi agricoli” i terreni non ricadono in area soggetta a piano urbanistico particolareggiato, comunque denominato. L’offerta non inferiore di oltre un quarto del prezzo base sarà considerata efficace ai sensi dell’art. 571 cpc.

Giudice

Dott. Pietro Errede
Tribunale: Lecce - Via Brenta

Professionista delegato

Dott. Andrea Perrone
Contatti Telefonici: 0832 523618;

Altre info

Pubblicato il: 05/07/2018
Tipo assegnazione: Vendita senza incanto

Per visualizzare la documentazione, li dove il documento non sia sotto forma di immagine è necessario aver installato il plug-in Acrobat Reader. In questo caso il documento verrà visualizzato in formato pdf. Si sottolinea che il plug-in è gratuito e lo si puo' installare cliccando sul logo a sinistra

Le informazioni su esposte sono ricavate dai documenti originali inviati dai referenti della procedura. S'invitano i gentili utenti a leggere la documentazione integrale. La maggior parte dei documenti originali risulta non rispondente al requisito n. 17 dell'Allegato A del D.M. 8/7/2005 e Oxanet.it non è autorizzata ad intervenire sul relativo contenuto. Ci si auspica che gradualmente anche i documenti originali siano predisposti in un formato compatibile con i requisiti di accessibilità di cui alla L. 4/04 (cd. legge Stanca)