Dettaglio annuncio

Procedura R.G.E. n° 36/2018

Procedura sospesa

Note: VENDITA REVOCATA COME DA ALLEGATO PROVVEDIMENTO DEL PRESIDENTE DELLA SEZIONE COMMERCIALE DI LECCE DEL 10/03/2020

DETTAGLI ASTA

Data: (In Attesa di aggiornamento) 27/03/2020 ore: 12.00
Località: LIZZANELLO (LE)
Tipologia: ALTRA CATEGORIA TERRENO
Base asta: € 26.000,00
Offerta Minima: € 19.500,00
Rilancio minimo: € 1.000,00
Cauzione:
Lotto 2: Piena proprietà per la quota 667/1000 di terreno agricolo sito nel comune di Lizzanello (LE) via Montenegro Merine. Identificato nel N.C.T. al: - Fl. 10 part. 8 cl. Sem. irrig. Ha 1 73 98 red. Dom. €.134,78 red. Agr. €.103,33. DESTINAZIONE URBANISTICA: Lo Strumento Urbanistico vigente nel Comune di Lizzanello è il P. di F. che individua le zone di appartenenza dell’immobile in oggetto come - zona "E2 - Aree per Attrezzature esistenti" - zona "E4 - Verde agricolo produttivo" secondo quanto riportato sul certificato di destinazione urbanistica. Lo stesso certificato di destinazione urbanistica indica che la particella 8 è soggetta ai vincoli di inedificabilità parziale, per la presenza di alta e media pericolosità idraulica, dettati dal PAI (Piano di Assetto Idrogeologico in Puglia).

Giudice

Dott. Giancarlo Maggiore
Tribunale: Lecce - Via Brenta

Professionista delegato

Dott. Donato Vergari
Contatti Telefonici: 0836 423027;

Altre info

Pubblicato il: 20/01/2020
Tipo assegnazione: Vendita senza incanto

Per visualizzare la documentazione, li dove il documento non sia sotto forma di immagine è necessario aver installato il plug-in Acrobat Reader. In questo caso il documento verrà visualizzato in formato pdf. Si sottolinea che il plug-in è gratuito e lo si puo' installare cliccando sul logo a sinistra

Le informazioni su esposte sono ricavate dai documenti originali inviati dai referenti della procedura. S'invitano i gentili utenti a leggere la documentazione integrale. La maggior parte dei documenti originali risulta non rispondente al requisito n. 17 dell'Allegato A del D.M. 8/7/2005 e Oxanet.it non è autorizzata ad intervenire sul relativo contenuto. Ci si auspica che gradualmente anche i documenti originali siano predisposti in un formato compatibile con i requisiti di accessibilità di cui alla L. 4/04 (cd. legge Stanca)