Dettaglio annuncio

Procedura R.G.E. n° 329/2021

Note: VENDITA TELEMATICA ASINCRONA

DETTAGLI ASTA

Data: 31/05/2023 ore: 16.00
Località: GEMINI (LE)
Tipologia: IMMOBILE RESIDENZIALE ABITAZIONE IN VILLE
Base asta: € 175.920,00
Offerta Minima: € 131.940,00
Rilancio minimo: € 1.000,00
Cauzione: 10% del prezzo offerto
Lotto 1 : Abitazione in villa bifamiliare a UGENTO via Pietro Micca 16, frazione Gemini, della superficie commerciale di 209,32 mq per la quota di 1/1 di piena proprietà (Xxxxxxxxx Xxxxxxx). L'unità immobiliare oggetto di valutazione è posta al piano terra, ha un'altezza interna di 2,95 m. Identificazione catastale: • foglio 66 particella 808 sub. 4 (catasto fabbricati), categoria A/7, classe 1, consistenza 7,5 vani, rendita 619,75 Euro, indirizzo catastale: via Pietro Micca, piano: terra, intestato a Xxxxxxxxx Xxxxxxx nato a TARANTO (TA) il XX/XX/19 XXXXXXXXXXXXXXXX, derivante da Variazione del 09/11/2015 - Inserimento in visura dei dati di superficie. Coerenze: - a nord est con via Pietro Micca, - a sud ovest con via Ciro Menotti e con il sub. 2, stessa proprietà, - a nord ovest con F. 66, p. 779, sub. 1 di proprietà di Xxxxxxxxx Xxxxxxxxx nato a UGENTO (LE) il XX/XX/19XX, XXXXXXXXXXXXXXXX, e con F. 66, p. 906, di proprietà di Xxxxxxx Xxxxxxxx nato a TRICASE (LE) il XX/XX/19XX, XXXXXXXXXXXXXXXX, - a sud est con F. 66, p. 808, sub. 6, di proprietà di Xx Xxxxx Xxxxxx nata a GALLIPOLI (LE) il XX/XX/19XX, XXXXXXXXXXXXXXXX. L'intero edificio sviluppa 3 piani, 2 piani fuori terra, 1 piano interrato. Immobile costruito nel 1977 ristrutturato nel 1999. DESCRIZIONE DETTAGLIATA: Abitazione al piano rialzato situato in una villa bifamilare a Ugento (Le), frazione Gemini, alla via Pietro Micca n. 16. L'unità abitativa è costituita da un ingresso, un vano soggiorno adibito a studio, una cucina, tre stanze da letto, un disimpegno, due bagni, un ripostiglio ed una veranda coperta chiusa con pareti in cartongesso. L'abitazione è dotata inoltre di un'ampia veranda coperta e di un'area di pertinenza adibita a giardino di circa 340 mq che si sviluppa su tre lati del perimetro dell'immobile. La suddetta area di pertinenza e la veranda non sono materialmente delimitate da quelle di proprietà dell'abitazione a primo piano; inoltre l'accesso all'appartamento al piano primo avviene attualmente dal cancello sito al civico 16 di via Pietro Micca, attraverso la proprietà esclusiva dell'abitazione del piano rialzato. Box doppio a UGENTO via Ciro Menotti n. 15, frazione Gemini, della superficie commerciale di 197,44 mq per la quota di 1/1 di piena proprietà (XXXXXXX XXXXXXX). L'unità immobiliare oggetto di valutazione è posta al piano seminterrato, ha un'altezza interna di 2.25 m. Identificazione catastale: • foglio 66 particella 808 sub. 2 (catasto fabbricati), categoria C/6, classe 2, consistenza 185 mq, rendita 324,85 Euro, indirizzo catastale: via Pietro Micca, piano: seminterrato, intestato a Xxxxxxx Xxxxxxx nato a TARANTO (TA) il XX/XX/19XX Xxxxxx Xxxxxxx, derivante da CLASSAMENTO del 09/09/1993 in atti dal 07/05/1997 (n. 10935.1/1993) Coerenze: - a nord est, sud est e nord ovest con sub. 4, stessa proprietà, - a sud ovest con via Ciro Menotti, L'intero edificio sviluppa 3 piani, 2 piani fuori terra, 1 piano interrato. Immobile costruito nel 1977 ristrutturato nel 1979. DESCRIZIONE DETTAGLIATA: Ampio garage situato al piano seminterrato di una villa bifamilare a Ugento (Le), frazione Gemini, alla via Ciro Menotti n. 15. L'unità immobiliare è dotata di una cantina e di altri piccoli vani, tra i quali un bagno, realizzati mediante tramezzature in cartongesso. Uno di questi piccoli vani è accessibile esclusivamente dal vano scala situato al piano rialzato ed è adibito a deposito. PRATICHE EDILIZIE: Concessione di costruzione N. 2033, intestata a Xxxxxxx Xxxxxxx nato a UGENTO (LE) il XX/XX/19XX XXXXXXXXXXXXXXXX, per lavori di costruzione di un locale scantinato, una casa al piano rialzato e casa al primo piano, in Ugento località Gemini, presentata il 27/10/1976 con il n. 4039 di protocollo, rilasciata il 12/04/1977 con il n. 2033 di protocollo. Il titolo è riferito al Terreno censito al Catasto F. 66, p. 808, sul quale furono poi edificati gli immobili in oggetto. Concessione per l'esecuzione di Lavori edili N. 3/G, pratica edilizia n. 9350, intestata a Xxxxxxxx Xxxxxxxx nato a UGENTO (LE) il 20/05/1929 XXXXXXXXXXXXXXXX, per lavori di realizzazione di una casa di civile abitazione al piano primo (e modifiche al piano rialzato) in Ugento località Gemini, rilasciata il 05/08/1998 con il n. 3/G di protocollo. Il titolo è riferito al F. 66, p. 808, sub. 1 (piano terra) e 2 (piano seminterrato). Dalla successiva sopressione del sub. 1 deriva il sub. 4. La pratica edilizia è stata volturata a Xxxxxxx Xxxxxxxx, nato a TARANTO (TA) il XX/XX/19XX XXXXXXXXXXXXXXXX, il XX/XX/19XX. SCIA N. 25853 di prot., intestata a Xxxxx Xxxxx Xxxxxxxxx nato a Taviano il XX/XX/19XX, c. f. XXXXXXXXXXXXXXXX, per lavori di apertura di un vano porta sul prospetto principale per l'accesso al vano scala di un immobile sito in Ugento località Gemini, alla via Pietro Micca n. 16, presentata il 02/12/2013 con il n. 25853 di protocollo. Il titolo è riferito al F. 66, p. 808, sub. 7 (abitazione piano primo) non oggetto della presente valutazione, ma la pratica edilizia sopra citata modifica il prospetto dell'intero immobile, pertanto risulta pertinente. L'abitazione al piano primo è stata oggetto di altra esecuzione immobiliare e di relativa vendita. La pratica edilizia sopra citata è stata presentata dal Delegato alla vendita, su disposizione del Giudice, al fine di rendere indipendente l'appartamento del piano primo da quello del piano terra. Tale pratica edilizia viene qui riportata perchè, modificando il prospetto del piano terra, ha rilevanza anche per l'abitazione al piano terra. SITUAZIONE URBANISTICA: PRG - piano regolatore generale vigente, in forza di delibera di Giunta Regionale n.3846 del 01.08.1989 e n.1031 del 02.03.1990 (pubbl. avviso G.U.R.I. n°37/1995), l'immobile ricade in zona B1 - edificata. Norme tecniche di attuazione ed indici: - I.F. FONDIARIA: MC./MQ. 4 - RAPPORTO DI COPERTURA: MC./MQ. 0,60 - NUMERO DI PIANI F.T.: N. 2 - STRUMENTO DI ATTUAZIONE: C.E. DIRETTA - TIPI EDILIZI AMMESSI: EDIFICI ISOLATI IN LINEA, PALAZZINE, CASE A SCHIERA. - DESTINAZIONE D'USO: RESIDENZIALE, ATTIVITA' RICREATIVE, RISTORANTI, ATTIVITA' COMMERCIALI RICETTIVE, DIREZIONALI, ATTIVITA' ARTIGIANALI CON ESCLUSIONE DELLE LAVORAZIONI NOCIVE, INQUINANTI O COMUNQUE INCOMPATIBILI CON LA RESIDENZA, ATTREZZATURE D'INTERESSE COMUNE. CONFORMITÀ EDILIZIA: Sono state rilevate le seguenti difformità: Al piano rialzato, sul prospetto retrostante con affaccio su via Ciro Menotti, la veranda coperta autorizzata con chiusure perimetrali vetrate, dotata di porta finestra di collegamento allo scoperto di pertinenza, è stata modificata senza aumento di superficie o volume. In particolare, la parete vetrata sud est di tale veranda è stata sostituita da una parete in cartongesso e su di essa è stata installata una finestra; la parete vetrata di sud ovest è stata una sostituita da una parete in cartongesso, mantenendo la posizione della porta finestra di collegamento allo scoperto. Al piano seminterrato sono state inoltre realizzate delle tramezzature in cartongesso. (Normativa di riferimento: dpr 380/2001) Le difformità sono regolarizzabili mediante: Scia in Sanatoria: dpr 380/2001, articolo 37 - Interventi eseguiti in assenza o in difformità dalla segnalazione certificata di inizio attività e accertamento di conformità. Trattandosi di zona sottoposta a vincolo paesaggistico ai sensi dell'art. 136, comma 1, lettere c) e d) del D.Lgs. n. 42/04 del 22 gennaio 2004, per la sola modifica di prospetto riguardante la veranda, si dovrà procedere, contestualmente alla Scia in sanatoria per la regolarizzazione degli abusi edilizia, all'accertamento di compatibilità paesaggistica (art. 167 e art. 181 del Dlgs 42/04) e a corrispondere al Comune la sanzione per "danno ambientale". Tale sanzione da corrispondere al Comune, ai sensi dell'art. 1, comma 1 del REGOLAMENTO DI APPLICAZIONE DELL’INDENNITA’ RISARCITORIA PER OPERE REALIZZATE IN ZONA DI VINCOLO PAESAGGISTICO IN ASSENZA O DIFFORMITA’ DELLA PRESCRITTA AUTORIZZAZIONE di cui all’ articolo 167 del D.Lgs. n. 42/04 del 22 gennaio 2004 e ss.mm.ii., approvato dalla DELIBERAZIONE DEL CONSIGLIO COMUNALE di UGENTO N°. 122 DEL 23/12/2019, è pari alla maggiore somma tra il danno ambientale arrecato ed il profitto conseguito con la commessa trasgressione. L'immobile risulta non conforme, ma regolarizzabile. Costi di regolarizzazione: • sanzione art. 37 - Comune Ugento: €.516,00 • diritti di segreteria Scia - Comune Ugento: €.80,00 • sanzione "danno ambientale" - Comune Ugento: €.300,00 • diritti di segreteria per accertamento di compatibilità paesaggistica - Comune Ugento: €.100,00 • onorario tecnico per scia in sanatoria e accertamento di compatibilità paesaggistica: €.1.500,00 Tempi necessari per la regolarizzazione: 2 MESI CONFORMITÀ CATASTALE: Sono state rilevate le seguenti difformità: Nel disegno della planimetria catastale del piano rialzato non è riportata la parte di rampa di scala che conduce al piano seminterrato che pertanto risulta di esclusiva proprietà dell'abitazione al piano primo. Tale vano scala risulta oggi, per la porzione di rampa che conduce dal piano rialzato al primo piano, di proprietà dell'abitazione al primo piano, per la porzione di rampa che dal piano rialzato conduce al piano seminterrato, di proprietà dell'abitazione al piano rialzato, e con il pianerottolo del piano rialzato di proprietà comune alle 2 abitazioni. Pertanto tale vano scala dovrebbe essere accatastato come bene comune non censibile, con conseguente modifica della planimetria del piano rialzato e dell'elaborato planimetrico dei subalterni. Le planimetrie catastali dell'abitazione e del garage devono essere inoltre aggiornate anche in funzione delle modifiche alle pareti della veranda retrostante al piano rialzato e di quelle alle tramezzature del piano seminterrato, così come descritte al punto 8.1. Le difformità sono regolarizzabili mediante: docfa L'immobile risulta non conforme, ma regolarizzabile. Costi di regolarizzazione: • oneri catastali: €.50,00 • onorario tecnico docfa: €.500,00 Tempi necessari per la regolarizzazione: 1 mese CONFORMITÀ URBANISTICA: NESSUNA DIFFORMITÀ CORRISPONDENZA DATI CATASTALI/ATTO: NESSUNA DIFFORMITÀ L’immobile risulta occupato dal debitore esecutato.

Giudice

Dott. Paolo Moroni
Tribunale: Lecce - Via Brenta

Professionista delegato

Dott. Nadia Gala
Contatti Telefonici: 0832563110; 3294627566

Altre info

Pubblicato il: 08/02/2023
Tipo assegnazione: Vendita senza incanto

Per visualizzare la documentazione, li dove il documento non sia sotto forma di immagine è necessario aver installato il plug-in Acrobat Reader. In questo caso il documento verrà visualizzato in formato pdf. Si sottolinea che il plug-in è gratuito e lo si puo' installare cliccando sul logo a sinistra

Le informazioni su esposte sono ricavate dai documenti originali inviati dai referenti della procedura. S'invitano i gentili utenti a leggere la documentazione integrale. La maggior parte dei documenti originali risulta non rispondente al requisito n. 17 dell'Allegato A del D.M. 8/7/2005 e Oxanet.it non è autorizzata ad intervenire sul relativo contenuto. Ci si auspica che gradualmente anche i documenti originali siano predisposti in un formato compatibile con i requisiti di accessibilità di cui alla L. 4/04 (cd. legge Stanca)